Chi ha Paura di Angelo Sava? – Il nuovo album è un balsamo sulle nostre cicatrici

“Paura.” è il nuovo album di Angelo Sava, figura poliedrica che rifugge ogni categorizzazione. Il disco è una dedica d’amore indirizzata alla più temuta delle emozioni, qui rappresentata come uno specchio distorcente utile per conoscersi e dialogare con i propri mostri. Una speranza appesa ad un filo che sta per spezzarsi, il vuoto di un dirupo ci fa paura perché cadere è anche un atto di libertà.

Prolifico e imprevedibile, il disco è l’ottava uscita ufficiale dell’artista e arriva tre anni dopo Postumo, un disco fantasma che è stato volutamente non comunicato e diffuso come i precedenti, un disco d’addio che è diventato l’incipit per nuovi percorsi. Claustrofobici beat elettronici accompagnano una narrazione sghemba e personale, flussi di pensiero che a primo acchito potrebbero apparire nonsense rappresentano invece una terapia contro ogni paura.
 

Fra dipendenze emotive e non, sogni (o incubi che siano) lucidi e ben definiti  e una quotidianità sempre più opaca, Angelo Sava scava con sincerità e con il giusto pizzico di ingenuità nel significato di ogni propria debolezza, nel farlo l’incedere è costante, inesorabile, mentre al contrario le soluzioni sonore risultano spesso inaspettate, dissonanti come la narrazione stessa.

Angelo Sava

Angelo Sava è una figura poliedrica che rifugge le definizioni e i ruoli, è stato attivo per anni
come agitatore culturale sotto la forma di organizzatore di concerti e festival e come speaker
radiofonico (ruolo che gli ha permesso di entrare in contatto con molti dei suoi artisti di
riferimento) ma si sente soprattutto un artista e musicista. Nato e cresciuto a Bari ha poi
vissuto a Londra, Pesaro, Berlino, Las Palmas e ora Bologna, cambiare casa e città è stata
una sorta di dipendenza che gli ha permesso di resettare periodicamente la sua routine
ricominciando da capo.
Negli anni ha scritto molto, suonato “il giusto” e autoprodotto una vasta serie di pubblicazioni
che esplorano in modo sperimentale new wave e Lo-Fi, Punk e cantautorato fluido e scuro
che non si pone limiti sonori o concettuali. Ora con “Paura.” il progetto si è ampliato a trio
con una formazione live che comprende anche Annalisa Vetrugno (attiva anche nella
registrazione e produzione del disco) e Lori Gentile.
Pubblicazioni precedenti:
2013 – La Favola Dei Vuoi Tossire
2015 – Suicidio
2016 – Addio Pimpa (EP)
2016 – Suboxone (Coward Records/Tape)
2017 – Miasmi (EP)
2017 – Io Ho Paura Ogni Giorno (Singolo)
2018 – Postumo

Tracklist:
01 – Kreuzkölln
02 – Malpighi
03 – Lush
04 – Sissi
05 – Farmacie
06 – Polvere In Controluce
07 – Solubile
08 – Sottili


Influenze: Microphones, Pygmy Lush, Have A Nice Life
Credits: Musica e testi di Angelo Sava. Registrato da Angelo Sava e Annalisa Vetrugno. Mix
e master di Annalisa vetrugno.


Artwork di Francesca “medusa” Devicienti. Foto di Marco Cappannini.

Link artista

Link album| Instagram | Facebook | Spotify | Bandcamp | OnlyFans