LaPara è pronta a pubblicare un nuovo EP per Costello’s Records. A fine novembre il primo singolo estratto

In arrivo un nuovo EP in uscita per Costello’s Records

Illustrazione by Silvia Righetti

LaPara è un progetto lo-fi pop che prende forma nel 2018 dentro la stanza di Rebecca. Dalla stanza si sposta al salotto, dove nei mesi della quarantena vengono registrati i cinque brani che andranno a comporre il primo EP della band, “Tutti gli animali del mondo”, uscito il 23 aprile 2021 con distribuzione Costello’s / Artist First. Le sonorità sono sghembe e al tempo stesso ricercate. La band suona un pop elegante e zuccherato che trasforma le paure comuni in suoni freschi e sfacciati, in un’atmosfera onirica e di contrasti, che si ispira al gioco dei bambini.

In arrivo in primavera 2022 un nuovo EP della band capitanata da Rebecca che sarà anticipato da 3 singoli, il primo dei quali, “Corpo”, uscirà il prossimo 26 novembre per Costello’s Records con distribuzione The Orchard.
Il brano rappresenta una domanda universale, quella della crescita, della consapevolezza, della paura, della trasformazione che visibile e invisibile. Una domanda che si ripete e ritorna con sensi e significati differenti.
Come cambia il corpo?

Artwork by Silvia Righetti

«Come cambia il corpo? Da morti, da grandi, con il tempo, con lo spazio, con te o senza di te. “Come cambia il corpo?” è una domanda universale. La domanda della crescita, della consapevolezza, della paura, della trasformazione che si vede e di quella che si vede meno. È una domanda che si ripete e che ritorna con sensi e significati differenti. Corpo è una bambina che si guarda allo specchio, un’adulta che cambia la sua pelle, una canzone che guarda le stelle e si chiede che cosa c’è dietro»

Crediti
Produced and homemade recorded by Giacomo Gelati from Altre di B
Mastered by Luca Lovisetto from Baseball Greg

“TUTTI GLI ANIMALI DEL MONDO”
(Distribuzione Costello’s / Artist First, 23 aprile 2021)

Artwork by Lucia Fiorani

Tutti gli animali del mondo è il nostro secondo-primo EP. Il secondo registrato, il primo a mostrarsi al mondo. Raccoglie cinque brani inediti che sono stati scritti, suonati e registrati in salotto, a partire dai mesi della quarantena 2020. Questo EP nasce attorno a un tavolo, rotondo come le giornate in cui è stato pensato. Nasce con noi distanti, tenuti incollati dalle chat di gruppo, dagli zoom intermittenti, dalle canzoni suonate davanti a uno schermo, dalla necessità di trovare una strada che indicasse una via di fuga. Questo EP parla dell’importanza di costruirsi una casa, fatta non solo di mattoni, ma di reti, legami, confronti e discussioni. Ogni traccia è registrata in due case. Una prima parte del lavoro è stata fatta nella sala di casa mia, dove il tavolo era tondo, il divano troppo grande e il frigorifero all’ingresso e dove tutti insieme, non appena è stato possibile, l’abbiamo resa casa nostra. Un’altra parte è stata registrata in Umbria, nella casa dei miei ricordi da bambina, in poche giornate d’estate trascorse all’ombra di un pino marittimo e al profumo delle piante di limone da annaffiare. Le registrazioni sono state curate da Giacomo Gelati (Altre di B), che è anche lui casa e fondamenta. Tutti gli animali del mondo nasce grazie a delle scelte. Racconta parole, bisogni, le risate più grandi e i pianti più improbabili. Ci sono gesti d’affetto, c’è la vicinanza, ci sono delle litigate e degli epiteti mai davvero arrabbiati. “Sei un uccellaccio del malaugurio”, “Io odio la natura”, “Non è un regime totalitario, è solo che sono il capo”, “Elimino tutto” sono solo alcuni degli animali che hanno contribuito a rendere possibile questo racconto, che è stato completato in un’altra casa, quella di Luca Lovisetto (Baseball Gregg), che ha fatto i master di ogni singolo brano. Il titolo di questo EP nasce attorno al tavolo di un’altra casa: il nostro bar d’assedio e profonda filosofia, meta finale di ogni prova. Nasce per scherzo, perché tutti gli animali sono davvero sopravvalutati e perché, ammettiamolo, fanno abbastanza paura. Tutti gli animali del mondo sono quelli che stanno nella testa, quelli che si nascondono sotto al letto o dentro all’armadio e se ne stanno pronti ad aspettare il buio.

Tracklist
1. Il gelato non ha gusto
2. Plastica
3. Intermezzo
4. Traballa
5. Alla menta

Crediti
Produced and homemade recorded by Giacomo Gelati from Altre di B.
Mastered by Luca Lovisetto from Baseball Gregg.

LAPARA
Bologna // lo-fi pop

Still dal video di “Corpo”

Link artista


Spotify | Facebook | Instagram